giovedì 13 dicembre 2018



CINERECENSIONE: ANIMALI FANTASTICI 2- I CRIMINI DI GRINDELWALD



Genere: fantasy, avventura
Durata: 124’
Uscita italiana: 15 novembre 2018
Produzione: USA, GB
Regia: David Yates
Cast:Eddie Redmayne, Kaherine Waterston, Dan Fogler, Johnny Depp, Jude Law


Dopo aver seminato il panico a New York, Newt Scamander e’ tornato alla base a Londra senza poter piu’espatriare, ma c’e’ una nuova minaccia: il perfido Grindelwald e’ evaso e vuole sobillare i maghi contro i No-mag e il  Ministero della Magia. Costoro, tra cui il fratello di Scamander, Theseus, chiedono al professor Albus Silente di aiutarli a cercare il potente e misterioso mago Credence e di fermare Grindelwald, ma lui si rifiuta; manda pero’ di nascosto Newt, Tina e Queenie, a cui si unisce l’unico babbano, il buffo Kowalsky, a Parigi in missione. Nella storia appare anche Leta Lestrange, compagna di scuola di Newt e ora fidanzata con Theseus.

Finalmente dunque nella saga prequel di Harry Potter compaiono un villain degno di questo nome, grazie anche alla magnifica interpretazione di Depp, e soprattutto Hogwarts, con un giovane Albus Silente perfettamente interpretato da Jude Law, con tanto di scena londinese con girata “a sorpresa”.



La trama pero’ e’ un po’ confusionaria, il film sembra poco fluido; vira poi decisamente su toni dark, lasciando in secondo piano gli animali fantastici che sono comunque presenti (io voglio uno snaso!!!), questo pero’ a me e’ piaciuto perche’ fa poco cinecomic esagerato che va tanto di moda.

Si sente la sceneggiatura della Rowling in persona, brava a seminare indizi e a dare risposte che sono piu’ che altro nuove domande, ma sembra sempre che ci sia poca scorrevolezza, troppa confusione.
La regia non ha aiutato: molti primi piani, scene delle varie sottotrame montati in modo da dare l’impressione di essere troppo spezzettate, per non parlare della scena del combattimento finale in una sorta di arena dove la confusione regna sovrana, anche sulla posizione dei personaggi nel corso dell’azione.

La scenografia parigina mi è piaciuta, hanno sfruttato bene l'ambientee e l'atmosfera della citta'.

Le scene nel passato di Newt a Hogwards, il rivedere alcuni personaggi, le citazioni certo hanno reso questa seconda parte della pentalogia piu’ appassionante della prima per gli appassionati di HP.

Belli gli effetti speciali; questi non sono il fulcro della storia, molto incentrata sui conflitti interiori dei personaggi e sui loro segreti... tranne il protagonista, che rimane sempre piatto e un po’ fuori dagli intrighi, un agente poco coinvolto sul piano personale: aiuta gli altri per principio e per dovere ma non deve risolvere molto per se’ stesso.

In linea di massima il film e’ piacevole, a me ha intrigato piu’ questo che il n. 1, per i toni piu’ dark, i colpi di scena, Depp e Law, le citazioni e i richiami potteriani.
Poteva essere realizzato meglio, ma con Depp, Law e snasi... accontentiamoci su!...




 #animalifantastici #harrypotter #grindelwald 



2 commenti:

  1. Qualche sera fa ho visto il primo e mi è piaciuto. Ora voglio vedere questo!

    RispondiElimina